PNL cos’è e come è nata

PNLLa Programmazione Neuro Linguistica, il cui acronimo è PNL, è nata agli inizi del 1970, quando un professore associato presso l'Università della California di Santa Cruz, John Grinder, ha collaborato con lo studente Richard Bandler. Entrambi avevano il fascino verso l'eccellenza umana e hanno tracciato un percorso cercando di modellare i comportamenti di alcuni geni selezionati.

La modellazione è l'attività principale della PNL. Si tratta del processo di districarsi e replicare la struttura della lingua e i modelli di comportamento di un individuo che è eccellente in una determinata attività.

Grinder e Bandler iniziarono la loro ricerca partendo dallo studio di tre persone: Fritz Perls, Virginia Satir e Milton Erickson. Questi geni sono stati eccezionali come agenti di cambiamento professionale nel campo della terapia. Tutti e tre hanno operato in una prospettiva di eccellenza dell'inconscio.

Con poca conoscenza diretta di ciascuno dei geni e poca conoscenza del campo della psicoterapia nel suo complesso, Grinder e Bandler, in un periodo di due anni, sono riusciti a dare delle spiegazioni interessanti sul comportamento dei geni. Essi hanno codificato i risultati del loro lavoro in modelli di linguaggio utilizzando dei modelli di grammatica trasformazionale, come il vocabolario descrittivo. Attraverso la PNL, Grinder e Bandler hanno esplicitato le competenze tacite dei geni. Da questo momento in poi, la PNL è nata.

Nel 1975 Grinder e Bandler hanno presentato al mondo i primi due modelli di PNL, con il volume in lingua inglese "Structure of Magic I and II". I volumi hanno descritto in maniera precisa la PNL, contribuendo a far nascere un certo interesse verso questo campo della comunicazione.