Metodo Montessori, ecco come funziona e i suoi obiettivi

montessoriIl metodo di insegnamento Montessori si propone uno sviluppo del bambino nel modo più ampio possibile, preparandolo a molte delle esperienze della vita. Lo studio si basa sul concetto che i bambini sono molto periodi sensibili all'apprendimento nel corso dell'età precoce. Secondo Maria Montessori, infatti, la mente del bambino, tra il momento della nascita e quello di sei anni di età, è come una "spugna" che assorbe tutto. E' durante questa fase che il bambino ha la maggiore capacità di apprendere e assimilare dal mondo che lo circonda, senza sforzo cosciente. Durante questo periodo, i bambini sono particolarmente ricettivi a determinati stimoli esterni. Un insegnante Montessori riconosce questo concetto e si avvale di queste fasi, altamente percettive, attraverso l'introduzione di materiali e attività che sono appositamente progettati per stimolare l'intelletto.

Incoraggiato a concentrare la sua attenzione, il bambino lavora al suo livello ottimale, in un ambiente dove la bellezza e l'ordine sono enfatizzati e apprezzati. Un amore spontaneo verso il "lavoro" si rivela, con il bambino che ha la libertà (entro certi limiti) di fare le proprie scelte.

Lo scopo degli insegnanti che prendono parte al metodo Montessori hanno lo scopo di stimolare l'entusiasmo dei bambini per l'apprendimento, senza interferire con il naturale desiderio del bambino di insegnare a se stesso di diventare indipendente. Ogni bambino lavora con il suo singolo ciclo di attività e impara a capire secondo le proprie esigenze e capacità uniche.

In un aula Montessori, tutto ha un uso o uno scopo specifico. Non c'è nulla nell'ambiente che il bambino non possa vedere o toccare, con i mobili e le attrezzature che sono state ridotte alle dimensioni del bambino e facilmente raggiungibili.

All'interno di un ambiente del genere, ricco di cose da fare, in cui regnano la libertà e la responsabilità, lo sviluppo sociale e intellettuale fioriscono spontaneamente.